Social Media

Uno sguardo al futuro: i social media trend del 2021

Il 2020 è sicuramente stato un anno anomalo: ci ha colpito profondamente e continua a mantenere quel velo di incertezza che ci lascia ancora increduli e a bocca aperta. Immaginare il futuro può, adesso, risultare difficile, ma non possiamo lasciarci prendere dallo sconforto. Dobbiamo reagire e pensare a nuove strategie per le nostre attività.

Nell’ambito del Social Media Marketing ci viene in aiuto Talkwalker , che ha individuato le tendenze per il 2021. Un modo per solleticare la fantasia, per elaborare nuovi modi per comunicare e per non farci trovare impreparati.

I contenuti generati dagli utenti: aiuta il tuo pubblico a interagire

I contenuti creati dagli stessi utenti e, quindi, non direttamente dalle aziende, non sono una novità nel mondo dei social media. Spesso, infatti, siamo proprio noi a realizzare e condividere immagini, meme, battute, Reel, Stories. Contenuti che in alcuni casi vengono visti solo dalla nostra cerchia di amici e familiari e, in altri, diventano virali.

Il modo in cui gli utenti creano contenuti, stando a quanto riportato da Talkwalker, sta però assumendo forme totalmente nuove, che nel 2021 si consolideranno. La tendenza è quella di prendere format e spunti diversi per combinarli e creare qualcosa di nuovo e originale.

Le aziende, quindi, possono individuare dei format e degli strumenti da fornire agli utenti per stuzzicare la loro creatività e invitarli a interagire e a creare contenuti. Insomma, un buon modo per fidelizzare, per farsi conoscere e per creare engagement, soprattutto se il target di riferimento sono i più giovani.

contenuti

Covid-19: si parlerà ancora del virus. Non farti trovare impreparato

Il Covid-19 ha sicuramente dominato tutto il 2020, condizionando fortemente la nostra vita, anche sui social network. È, senza ombra di dubbio, l’argomento più trattato e chiacchierato in assoluto, anche da parte dei brand.

TalkWalker ha individuato i 4 asset che domineranno le conversazioni nel 2021:

  • igiene
  • assenza di contatto
  • comunità
  • compassione.

Saranno, quindi, punti che le aziende dovranno toccare nel loro piano di comunicazione, per rassicurare i propri clienti e per tenerli informati.

Ma non finisce qui. Abbiamo già parlato di come l’importanza della comunicazione di crisi si sia resa più che mai evidente. È chiaro, quindi, che nel 2021 le aziende dovranno farsi trovare pronte a tener testa a crisi ed emergenze, specialmente a livello comunicativo.

Nei mesi passati, abbiamo affrontato qualcosa che non immaginavamo potesse accadere a noi e alle nostre attività; abbiamo improvvisato, ci siamo ritrovati senza parole e senza idea di cosa fare. Adesso che abbiamo imparato la lezione, non facciamoci più trovare impreparati!

Cosa fare? Preparati a gestire e a comunicare ogni evenienza; resta informato sugli sviluppi della pandemia e adatta la tua comunicazione; ascolta i tuoi clienti e informali.

Marketing conversazionale: parla con i tuoi clienti

I clienti, sono, innanzitutto, persone. Poniti nei loro confronti non come un’entità astratta, ma come un loro pari. Parla, comunica, aiutali a trovare le informazioni di cui hanno bisogno, a fidarsi di te, interessati ai loro interessi e utilizza un tono di voce umano.

Apriti al tuo cliente e lascia spazio alle conversazioni: chatbot (sapientemente sviluppati), sms e messaggi possano aiutarti a parlare con gli utenti. Per fare ciò è necessario studiare attentamente non solo le esigenze e gli interessi dei clienti, ma anche le modalità con cui riescono a usufruire dei nostri servizi.

chatbot

Un occhio anche al passato

E se guardare al futuro è necessario, mai abbandonare ciò che di buono abbiamo imparato in questi anni. Gli strumenti che abbiamo utilizzato fino a oggi non diventeranno desueti e non spariranno. Nel 2021, le newsletter e i podcast avranno ancora grande spazio. Innovarsi è cosa buona e giusta, ma anche saper individuare ciò che è adatto al nostro target senza lasciarsi prendere dalla voglia di utilizzare tutto e subito.

L’importanza del pubblico

Il destinatario finale è sicuramente importante e determina, o dovrebbe farlo, il nostro modo di comunicare. Nel 2021 assisteremo al rafforzarsi di un fenomeno che ha già preso piede negli ultimi anni: un pubblico socialmente consapevole. Ciò significa che i brand dovranno essere sempre più attenti alle tematiche sociali e dimostrare di avere a cuore il benessere di tutti.

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei trend individuati nel report di Talkwalker, ma sono sufficienti a farci capire quanto è necessario elaborare una strategia di comunicazione per avere un proprio posto nel mercato di riferimento, per creare una relazione con gli utenti e, soprattutto, con i propri clienti. Occorre, inoltre, guardare il mondo con sguardo vigile, innovarsi ed essere pronti a cogliere gli stimoli.