Marketing

3 cose che ho imparato in questo pazzo 2020

Dopo due mesi di partita IVA e una pandemia ancora in corso sulle spalle, immagino sia normale tirare somme parziali e porsi domande sull’immediato futuro. Se hai un’attività o sei un libero professionista, credo che anche tu hai avuto modo di porti più volte alcune di queste domande: e ora che ne sarà della mia attività date le nuove stringenti misure del Governo? Come posso fare per non perdere contatto con i miei clienti? Il mio fatturato scema sempre di più, che ne sarà del mio lavoro?

Se ti sei posto almeno una di queste tre domande, allora mi fa piacere condividere con te 3 cose che ho imparato in questo funesto 2020.

Cose imparate N.1: mai smettere di comunicare

Il Covid è sempre più vicino e i clienti sempre più lontani. Posso capirlo perfettamente. Ho lanciato il progetto Latina Digitale proprio durante il lockdown, lavorando sul canale Telegram di Mondoreale Quotidiano. Ho visto pochissimi imprenditori sviluppare canali di comunicazione in quel periodo. Quindi la prima cosa imparata, che puoi replicare anche tu è: mai smettere di comunicare!

  • Hai pagine attive sui Social Media? Continua a curarle.
  • Hai un sito web? Continua ad aggiornarlo con nuovi contenuti.
  • Avevi intrapreso un processo di digitalizzazione della tua attività? Non fermarlo.
  • Hai campagne pubblicitarie a pagamento attive o vorresti attivarle? Affidati a professionisti e aggiusta il tiro.

comunicazione

Cose imparate N.2: i clienti ti ascoltano

Non pensare che i clienti se ne freghino di te. Sono essere umani anche loro e vogliono sapere cosa stai facendo durante questo periodo complicato.
Continuerai a lavorare? Sospenderai alcuni servizi? Le misure anti-Covid ti costringeranno a variazioni degli appuntamenti? I tuoi clienti vogliono saperlo.

Se smetti di comunicare con loro, o ti limiterai al solito post:la nostra attività è sospesa dal … al …” non meravigliarti se alla riapertura il tuo flusso di lavoro ne risentirà. In questa situazione è vitale progettare un piano editoriale per far percepire la tua presenza alle persone e dar loro la possibilità di interagire con te.

Ti stai domandando cos’è un piano editoriale? Puoi contattarci e fartelo spiegare senza impegno, oppure scoprirlo nel prossimo articolo.

Cose imparate N.3: il potere empatico della comunicazione

Io e i miei compagni di viaggio sappiamo benissimo che non è semplice reagire con un sorriso a una notizia negativa. Soprattutto se rischia di colpire il tuo business.

Inoltre, non dimenticare mai che la tua attività rispecchia perfettamente te e il tuo staff: se il tuo obiettivo è allontanare i clienti, allora puoi anche iniziare a lamentarti. Il risultato non tarderà ad arrivare.

Incolpa chi vuoi per la situazione in cui siamo, ma fallo in privato, dove nessuno può sentirti. A nessuno piace chi si lamenta e incolpa il prossimo per la propria situazione.

La comunicazione possiede un forte potere empatico. Saper esprimere con le giuste parole la propria sofferenza, avvicina le persone. Quando si attraversa un periodo negativo, sapere che chiunque altro prova le stesse cose attenua la solitudine.

Non ci credi? Prova, e sono certo che potrai riscontrare quanto ti ho raccontato.

Non sai come fare? Contattaci attraverso il form qui in basso! Una chiacchierata non costa nulla.

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali secondo quanto espresso nella Privacy Policy